Grande interesse e partecipazione per il workshop Siav a Milano sui processi digitali

Una ex fonderia di bronzo, attiva dai primi anni dell’800, e ora riconvertita a museo e luogo per eventi. La Fonderia Napoleonica Eugenia è stata la cornice sicuramente suggestiva, nel quartiere Isola di Milano, per il convegno “L’evoluzione dei processi digitali” organizzato da Siav il 31 marzo. Quale luogo migliore di un ex tempio dell’industria “pesante” per illustrare i vantaggi della dematerializzazione? In particolare, il tema principale affrontato è stata la fatturazione elettronica anche nell’ambito dei rapporti tra privati, oggetto di una puntuale analisi da parte di Irene Facchinetti, Direttore dell’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano, che ha aperto il convegno fornendo alcuni dati interessanti e sottolineando come in Italia solo il 6% delle fatture totali siano in modalità elettronica.

Oltre allo scenario normativo sui temi della Fatturazione B2B sono state presentate soluzioni e servizi in outsourcing di Siav per la gestione delle Fatture B2B (ciclo attivo e passivo), con un particolare focus sull’uso dei Task on Demand e di Archiflow Mobile.

A chiudere il convegno un testimonial di eccezione: Luca Greco, ‎CIO Erp del Gruppo Gavio, oggi tra i principali player mondiali nella realizzazione di grandi opere infrastrutturali e di edilizia civile ed industriale e nello sviluppo di progetti di concessioni “greenfield”. Quarto operatore autostradale nel mondo, con oltre 10.000 dipendenti e ricavi superiori a 3,4 Miliardi di euro. Una testimonianza molto apprezzata in quanto ha raccontato come la tecnologia di Siav abbia rappresentato il principale driver in grado di supportare l’evoluzione del Gruppo.