L’Università di Padova premia Siav per il Miglior Progetto Formativo 2016

In occasione del Best Talent Hunter 2016, dedicato dal Servizio Stage e Career Service dell’Università di Padova alle aziende che nel 2016 si sono distinte nella promozione di policy di inserimento lavorativo degli studenti dell’ateneo, Siav è stata premiata per il Miglior Progetto Formativo 2016.

Il progetto  ha coinvolto 4 studenti di laurea magistrale per un periodo di 6 mesi ciascuno, 3 studenti di laurea triennale per un periodo di 3 mesi ed un assegnista di ricerca per un anno. Le tematiche affrontate: Machine Learning, Process Mining, Information Retrieval, Natural Language Processing, Social Network Analysis.

La giuria era composta proprio dagli studenti chiamati a compilare un questionario alla fine dello stage.  La cerimonia si è svolta il 1 dicembre nell’Antico Archivio di Palazzo Bo a Padova. In rappresentanza del gruppo di Ricerca & Sviluppo diretto da Eugenio Beato ha ritirato la targa Daniele Turato.

Siav è una software house fortemente orientata all’innovazione, tanto che il dipartimento di Ricerca & Sviluppo porta avanti studi su temi e tecnologie sperimentali in collaborazione con primarie istituzioni accademiche nazionali e internazionali, come appunto l’Università di Padova, ma anche l’Università di Tartu in Estonia, la National Research University Higher School of Economics di Mosca e l’olandese Eindhoven University of Technology.

“Questa scelta è strategica – dichiara il presidente di Siav Alfieri Voltan– perché per l’innovazione di pensiero è fondamentale il contributo di giovani ricercatori motivati”.

Daniele Turato del gruppo di Ricerca & Sviluppo di Siav con la Responsabile del Servizio Stage e Career alla Università di Padova, dott.ssa Gilda Rota.

Daniele Turato del gruppo di Ricerca & Sviluppo di Siav con la Responsabile del Servizio Stage e Career
dell’ Università di Padova, dott.ssa Gilda Rota.