Spesometro: prorogato al 18 settembre 2017 il termine di invio dei dati

Il nuovo spesometro per il 2017 diventa semestrale. È quanto ha stabilito lo scorso 16 febbraio il Senato, il quale ha approvato la modifica alla disciplina transitoria per l’anno 2017 dell’articolo 4 del DL 193/2016 riguardo la comunicazione dei dati delle fatture.

Il primo termine di invio dei dati delle fatture slitta quindi dal 25 luglio al 18 settembre 2017 per i dati relativi al primo semestre, entro il 28 febbraio 2018 per i dati relativi al secondo semestre 2017. Resteranno invece invariati periodicità e termini per effettuare le comunicazioni delle liquidazioni periodiche.

Le modifiche allo spesometro approvate, è bene specificarlo, si riferiscono al solo anno d’imposta 2017 e riguardano la sola comunicazione dei dati delle fatture. Nessun cambiamento è invece previsto per le comunicazioni relative il 2018 e gli anni di imposta successivi, che assumeranno carattere trimestrale.

Al momento si attende un provvedimento da parte dell’Agenzia delle Entrate per ufficializzare l’allineamento delle scadenze per le comunicazioni obbligatoria e opzionale per chi aderirà all’opzione, come la stessa Agenzia aveva anticipato nel comunicato stampa dello scorso 7 febbraio. Secondo quanto stabilito dalla circolare 1/2017 entrambe le comunicazioni saranno identiche nelle modalità e nel contenuto dei dati da trasmettere.