Nel Gruppo Siav brilla una nuova stella: l’azienda fintech Credit Service SpA

Siav e Banca Valsabbina diventano i nuovi soci di Credit Service, acquisendo il 25% del capitale

Lo sguardo rivolto al futuro è sempre stato un tratto distintivo di un’azienda come Siav.
A conferma di questo aspetto che ci caratterizza e che orienta le scelte quotidiane, siamo lieti di annunciare di essere diventati soci di Credit Service SpA, fintech company con sede a Venezia specializzata non solo nel monitoraggio del credito, ma anche e soprattutto nell’acquisto dei crediti commerciali delle aziende e nella loro successiva cessione a investitori istituzionali, fondi e veicoli, con innovativi strumenti tecnologici e finanziari di invoice management e supply chain finance.

Nata nel 2014 con un focus su soluzioni per la gestione del credito commerciale, la società ha sviluppato nel corso degli anni MyCreditService, la prima piattaforma collegata direttamente al sistema gestionale di ciascuna azienda grazie alla quale è possibile vendere interi portafogli di crediti. «Analizzando la storia dei pagamenti» spiega Enzo Sisti, AD di Credit Service, «siamo in grado, attraverso un algoritmo, di attribuire una valutazione ai crediti che andiamo a trattare e di assegnare loro un prezzo adeguato».

Una nuova partnership per l’innovazione del Fintech

L’ultimo periodo ha duramente messo alla prova l’economia e il mercato, ma non ha frenato le attività legate alla tecnologia e alla digitalizzazione.

Grazie all’accordo con Credit Service, che vede anche il coinvolgimento di Banca Valsabbina SpA, Siav ha acquisito una quota di proprietà di Credit Service e la piattaforma MyCreditService sarà così integrata nelle soluzioni Siav, con la possibilità di accedere ai servizi di MyCreditService direttamente dalla piattaforma Archiflow, in house o in SaaS, così come dal portale dedicato ai servizi in outsourcing di gestione delle Fatture Elettroniche e Conservazione Digitale.

Una collaborazione che ha l’obiettivo di arrivare a finanziare oltre 1 miliardo di crediti commerciali di aziende nel 2025. Un importo che si confronta con i 50 milioni intermediati nell’ultimo anno e mezzo e che hanno generato, nel 2020, ricavi per 350mila euro.

Si tratta di «una naturale evoluzione della nostra offerta con servizi altamente innovativi che semplificano il governo dell’impresa e forniscono una concreta risposta alle esigenze di una gestione sempre più proattiva delle risorse finanziarie aziendali»​ afferma il nostro CEO Nicola Voltan, che aggiunge «Assieme a Credit Service e Banca Valsabbina riteniamo, in ottica strategica, di poter sviluppare una sinergia che ci consentirà di proporre una soluzione unica nel mercato».

Creare nuovi servizi, ampliare la nostra offerta tecnologica e consolidare la nostra posizione di leader della digitalizzazione anche nel settore Fintech: Siav sarà in prima linea per contribuire allo sviluppo di nuove tecnologie e prodotti basati sull’open banking e sull’Intelligenza Artificiale.

Una preziosa collaborazione che si pone la sfida di unire finanza e tecnologia, affrontando così il nuovo scenario post Covid-19, con un duplice obiettivo: crescere insieme e sviluppare una forte presenza all’interno dell’ecosistema finanziario.