Fatturazione Elettronica tra privati: novità dall’Agenzia delle Entrate

Lo scorso 14 Giugno, attraverso un comunicato stampa, l’Agenzia delle Entrate, ha presentato due nuovi servizi utili a facilitare l’applicazione della fatturazione elettronica tra privati: il servizio di pre-registrazione dell’indirizzo telematico e il servizio relativo alla generazione del QR Code.

Servizio di pre-registrazione dell’indirizzo telematico

Questo servizio consentirà alle imprese di comunicare l’indirizzo telematico sul quale ricevere tutte le loro fatture elettroniche. L’indirizzo telematico comunicato sarà poi utilizzato dallo SdI (Sistema di Interscambio) per il recapito dell’e-fattura, una volta verificato che contenga i dati obbligatori.
Per effettuare l’abbinamento della propria partita IVA ad una PEC o ad un “Codice Destinatario” (nel caso di invio dei file delle fatture su canale web service o FTP), è sufficiente accedere, personalmente o tramite intermediario delegato, all’apposito servizio online, alll’interno del portale “Fatture e Corrispettivi” messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. L’indirizzo telematico è poi modificabile o cancellabile in qualsiasi momento.

Servizio di generazione del Codice QR

Sempre al fine di agevolare la predisposizione e l’invio delle e-fatture tramite SdI, l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile un altro servizio che consente ai titolari di Partita IVA di generare un QR Code da mostrare al fornitore (es. tramite smartphone, tablet o su carta). Grazie a questo codice, il fornitore, al momento della predisposizione della fattura, può acquisire in modo automatico i dati del cliente, velocizzando il processo di fatturazione e minimizzando gli errori.
Le imprese possono richiedere questo codice, anch’esso generabile dal portale “Fatture e Corrispettivi”, sempre personalmente o tramite intermediario delegato; il QR Code ottenuto può essere stampato, salvato in formato pdf o memorizzato sul proprio smartphone.

Come fare per attivare i nuovi servizi

Per accedere a entrambi i servizi dedicati alla Fatturazione Elettronica tra privati, oltre a collegarsi al sito dell’Agenzia all’interno del portale dedicato “Fatture e corrispettivi”, è necessario disporre di una tra le credenziali: Spid, Cns (Carta nazionale dei servizi), Entratel o Fisconline.