Dalla Fase 1 alla Fase 2: siamo pronti ad incontrarti!

Grazie allo Smart Working non ci siamo mai fermati

Da qualche giorno è scattata la fase 2, che ha allentato le misure di restrizione ai contatti sociali imposte durante il lockdown per salvaguardare la salute individuale e collettiva.

Mettendo al primo posto la sicurezza dei propri collaboratori e dei propri clienti, Siav ha chiesto a tutto il personale di lavorare in smart working da diverse settimane e – salvo questo sia incompatibile con la puntuale erogazione di servizi o di assistenza tecnico-sistemistica – anche per il prossimo futuro la modalità di lavoro preferenziale dei collaboratori sarà quella smart.

Questa scelta è stata resa concreta grazie al digitale, che consente di lavorare a distanza con grande efficacia e di non fermarsi anche quando si è costretti a lavorare distanti, a patto che si utilizzino gli strumenti giusti.

In massima sicurezza ora siamo pronti ad incontrarti anche di persona

Tuttavia, qualora avessi bisogno di fare visita ad una delle nostre sedi o ricevere i nostri collaboratori all’interno della tua organizzazione, vogliamo rassicurarti e ricordarti che abbiamo provveduto ad applicare tutte le misure richieste dalla normativa in termini di sicurezza, da sempre luce guida del nostro modo di operare. In particolare:
• Ogni spazio delle nostre sedi – oltre ad essere stato sanificato – è gestito in modo da evitare assembramenti.
• Ogni collaboratore è fornito dei dispositivi di protezione individuale ed è a conoscenza delle norme di comportamento necessarie e richieste (come il distanziamento sociale).
• Sono state attivate le procedure per monitorare in modo puntuale ogni accesso alle sedi, da parte di personale interno e non.

Continuiamo – e continueremo – a lavorare nel segno della sicurezza, sia per i nostri collaboratori sia per i nostri clienti, contando di avere presto l’occasione di incontrarci. Di nuovo.