Siav tra i protagonisti dell’evento “PNRR: Cosa fare per gestire la memoria digitale della PA?”

Il 23 febbraio Siav parteciperà all’evento “PNRR – Cosa fare per gestire la memoria digitale della PA?”, organizzato dal CDTI Roma – Club Dirigenti ICT.

Contribuiremo all’agenda dei lavori con un intervento di Concetta Di Filippo, Business Consultant di Siav, che parteciperà al Tavolo dal titolo “I principi archivistici nel digitale secondo le Linee guida AgID”.

Un’occasione per condividere le nostre competenze in ambito di gestione del patrimonio informativo e documentale della PA.

L’evento prevede sette Tavole Rotonde moderate dalla Vice-Presidente del CDTI Maria Pia Giovannini e fornirà diversi spunti e indicazioni per costruire le fondamenta dei progetti del PNRR con l’obiettivo di gestire il patrimonio informativo della PA e attuare le nuove linee guida AgID.

Con la piena operatività (1 gennaio 2022) delle Linee guida sulla formazione, gestione e conservazione del documento informatico, attuative del Codice dell’amministrazione digitale (art. 71), si consolida l’obbligo per tutte le amministrazioni pubbliche della gestione e conservazione digitale dei propri
documenti informatici, con forte impatto sulle attività interne in termini organizzativi, funzionali e tecnologici e con importanti ricadute sulla programmazione delle attività previste dal PNRR e dal correlato piano triennale per l’informatica nella PA 2021-2023 emanato dall’AgID.

In tale scenario si prospettano grandi opportunità per la PA e per il mercato. Il PNRR e il piano triennale presuppongono che le amministrazioni siano già provviste degli strumenti e delle procedure documentali che garantiscono la realizzazione di servizi digitali. Tuttavia la diffusione di strumenti come SPID e pagoPa hanno evidenziato come le amministrazioni non sempre hanno consolidato processi di digitalizzazione e di gestione dei flussi documentali e non dispongono di un sistema di governance adeguato.

L’esperienza condotta dal CDTI rappresenta un esempio di come le capacità imprenditoriali nazionali possano creare nuovi modelli di cooperazione pre-competitiva per un rapporto di collaborazione con le Istituzioni rivolto a sviluppare best practice condivise per accelerare l’innovazione del Paese e favorire lo sviluppo dell’economia nazionale.

Il CDTI ha organizzato questo momento di approfondimento per evidenziare le opportunità che conseguono dall’applicazione di principi e strumenti propri di una corretta gestione documentale e di quanto essi possano contribuire positivamente all’attuazione del PNRR.