Energia sostenibile in ottica green: la scelta consapevole di Siav

Un impegno concreto in azienda per il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente

Quello della sostenibilità ambientale è un tema che, negli ultimi anni, ha notevolmente ampliato il proprio campo d’azione, arrivando a essere sempre più parte integrante e determinante delle strategie di molte aziende. L’essere sostenibili, infatti, diventa un elemento fondante delle scelte di un’impresa, un valore sempre più imprescindibile riconosciuto sia da parte degli stakeholder esterni, sia interni.

In questo contesto, consapevolezza e responsabilità sono parole chiave per Siav, che da sempre è attenta all’adozione di un approccio e di una mentalità volte alla tutela e alla salvaguardia dell’ambiente.

Si tratta di un impegno che richiede studio e attenzione costante, ma che si rivela una vera e propria bussola in grado di orientare sia le scelte del presente, sia quelle che verranno messe in atto nel futuro: un percorso che senz’altro contribuisce a generare un concreto valore aggiunto per l’intera organizzazione e che è fatto di tanti piccoli passi dal valore inestimabile.

Scopriamone insieme alcuni!

L’eco-sostenibilità come guida per il futuro di Siav

Il percorso di Siav verso una maggiore consapevolezza e responsabilità ambientale inizia la scelta di Iberdrola come fornitore di energia elettrica, il quale si impegna, in qualità di promotore dell’approccio eco-sostenibile, a fornire un’energia 100% rinnovabile con Garanzia di Origine. Il termine Garanzia d’Origine (GO) si riferisce a una certificazione elettronica che, in questo caso, attesta la fornitura di energia elettrica prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili quali sole, acqua, terra e vento e da impianti certificati.

Tale certificazione garantisce che l’energia consumata è effettivamente prodotta da fonti rinnovabili e non viene commercializzata più volte. La scelta di questo tipo di fornitura contribuisce a ridurre notevolmente le emissioni di CO2, aggiungendosi quindi alle altre azioni intraprese da Siav orientate al rispetto dell’ambiente in cui viviamo.

Sempre in ottica di efficientamento e ottimizzazione delle risorse, Siav continua a investire in progetti orientati alla digitalizzazione dei processi e, più nello specifico, alle attività di dematerializzazione: attraverso la riduzione del numero di documenti cartacei, non è solamente l’ambiente a trarre beneficio, ma anche il bilancio aziendale!
Le spese legate all’utilizzo della carta e dei toner, infatti, vengono notevolmente ridimensionate, così come i costi legati alla manutenzione degli impianti e all’archiviazione degli stessi documenti.

Un altro grande passo verso la sostenibilità ambientale risiede nella decisione di portare avanti la modalità di lavoro smart, in grado di contribuire in modo significativo alla riduzione del pendolarismo e delle conseguenti emissioni di CO2.
Secondo una ricerca del Vodafone Institute for Society and Communication, l’Italia è il Paese in Europa che durante la pandemia ha ridotto di più l’emissione di CO2 grazie al lavoro da remoto, ottenendo una riduzione annua di 1.861 chili di CO2 per smart worker.
Si tratta indubbiamente di una best practice che non solo contribuisce a ridurre l’impatto ambientale, ma favorisce anche la creazione di situazioni di work-life balance ottimali.

Consapevole dell’impegno e dell’attenzione che richiede il percorso verso un futuro green, Siav desidera continuare a muovere i propri passi in modo responsabile, con l’obiettivo di conciliare le tematiche di business con una sempre maggiore cura e interesse verso l’eco-sostenibilità: si tratta indubbiamente di un viaggio impegnativo, che richiede di adottare un approccio consapevole e trasparente, ma che offre l’opportunità di poter fare una concreta differenza per il bene del pianeta.