Invio dati fattura e spesometro: chiarimenti Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate, lo scorso 7 febbraio 2017, ha emesso la Circolare n. 1/E con l’obiettivo di chiarire il Provvedimento che ha emanato lo scorso 28 ottobre riguardante le regole tecniche per la trasmissione dei dati delle fatture.

Tale Circolare affronta questioni che fino ad ora non erano state approfondite riguardo la corretta compilazione del file denominato “Dati fattura”, in formato xml, e per le comunicazioni da trasmettere online all’Agenzia.

In particolare, fornisce precisazioni sulle informazioni da inserire per la corretta compilazione dei tracciati del file “Dati fattura”, e ulteriori dettagli su specifiche casistiche quali: bollette doganali, operazioni soggette a inversione contabile (intracomunitarie e interne), operazioni extracomunitarie, dati di fatture registrate con documento riepilogativo (fatture di importo inferiore a 300 euro).

Relativamente allo “Spesometro” l’Agenzia, oltre ad indicare i soggetti esclusi (in tutto o in parte) dall’obbligo di invio, chiarisce che si considera assolto l’obbligo di comunicazione dei dati fattura per tutte le fatture che transitano tramite il Sistema di Interscambio (SdI), indipendentemente dal fatto che il Soggetto abbia aderito o meno all’opzione per ottenere gli incentivi fiscali previsti dalla normativa. Di conseguenza le Pubbliche Amministrazioni, comunque soggette all’obbligo dello spesometro, dovranno inviare solo i dati delle fatture emesse a soggetti diversi da altri Enti Pubblici.

Nel comunicato stampa l’Agenzia ribadisce l’intenzione di allineare le scadenze di invio sia per chi aderirà all’opzione sia per chi non lo farà.

Il tema dell’invio dei dati fattura è molto delicato e richiede grande attenzione, anche tenendo conto delle sanzioni in cui si può incorrere. Pertanto il rispetto delle regole tecniche di invio dei dati fattura richiede l’uso di strumenti adeguati: in questo scenario Siav offre un vero e proprio Hub della Fatturazione che si occupa di gestire tutti gli aspetti tecnologici nell’invio dei dati fattura XML, e permette la graduale transizione del ciclo di fatturazione dall’analogico al digitale.

This post is also available in: Inglese